* LABORATORIO *
* SHAKESPEARE 2017/18 **

Laboratorio teatro Milano



Scuola teatro Milano
scuola teatro a milano
corsi teatro a milano
corsi teatro a milano
corsi teatro a milano

“Io considero il mondo per quello che è: un palcoscenico
dove ognuno deve recitare la sua parte." William Shakespeare

* SHAKESPEARE HITS *



Emoziónati con i testi più belli di Shakespeare
e scopri le gamme più intense del gioco scenico
  con attori professionisti diplomati alla Paolo Grassi.
Enrica Barel
     Filippo Usellini




3 weekend: sabato (11-18,30) domenica (11-14)
Aperto a tutti ma a numero chiuso (max 12 persone).
corsi recitazione milano

340€ per 3 weekend
oppure -->
290€
* Se ti iscrivi prima *

"Mi sono trovata davvero bene con il gruppo, e giocare insieme è stato un piacere!
Shakespeare è meraviglioso, ne ho avuto una ulteriore conferma!"
.
"Siete fantastici, avete una carica e una passione che riuscite
a trasmettere molto bene,e poi siete davvero bravi!!!!"
.
"Grazie per tutto ciò che mi avete fatto scoprire del teatro." (continua..)


William Shakespeare è l'autore più rappresentato di tutti i tempi, è un maestro assoluto e una tappa imprescindibile per chiunque faccia teatro. Il laboratorio si focalizza su alcune bellissime scene tratte dalle opere più famose (Amleto, Romeo e Giulietta, il Sogno di una notte di mezza estate, Macbeth, Otello) in cui i protagonisti  danno il meglio (o peggio..) di sé! Il lavoro su questo autore sviluppa un coinvolgimento integrale e profondo. Quale ingaggio, quale disponibilità, quale slancio dell'immaginazione sono necessari per arrivare ad agire in modo intenso ed autentico quei personaggi magnifici e terribili? Siete pronti a emozionarvi a scendere nell'abisso e a volare nei "più fulgidi cieli dell'immaginazione"?


Orson Welles e Kenneth Branagh

Le tappe del percorso, distribuito su tre weekend, sviluppano un'analisi del testo approfondita (la stessa che gli insegnanti usano per le loro messe in scena professionali) per sondare le dinamiche profonde delle scene e i conflitti nascosti dei protagonisti, riportandoli poi in vita sul palco seguendo le leggi del gioco scenico dei maestri del teatro con cui si sono formati gli insegnanti (Ariane Mnouchkine, Peter Brook, Jacques Lecoq e altri). Liberandosi dai cliché, dalla sentimentalità, dall'artificiosa "recitazione" delle emozioni, si può scendere nel cuore del teatro per far emergere le re-azioni concrete che i personaggi portano avanti per cercare di ottenere delle cose ed evitare di perderne altre.

"All’inizio gli allievi vogliono assolutamente agire, provocare gratuitamente delle situazioni. Facendo così ignorano completamente gli altri attori e non giocano con loro. Ora, il gioco non si può stabilire che in reazione all’altro. Bisogna far loro comprendere questo fenomeno essenziale: reagire, è mettere in rilievo la proposta del mondo di fuori. Il mondo di dentro si rivela tramite reazione alla provocazioni del mondo di fuori." Jacques Lecoq

La base del gioco teatrale è infatti la REAZIONE cioè la capacità di vedere, ricevere, credere, subire e poi reagire intensamente agli eventi, modulando la vita scenica in modo organico ed appropriato alle situazioni che il personaggio vive. Se la reazione è spontanea, ben disegnata, autentica, la scena * si accende * e il gioco scenico diventa intenso ed emozionante!



Sarah Bernhardt e Judi Dench


Il laboratorio è un'occasione per esplorare con il corpo, la voce, l'immaginazione, le grandi intensità espressive dei testi più belli dell'autore universalmente riconosciuto come il più grande di tutti i tempi!


EMOZIÓNATI con SHAKESPEARE!

"Che c’è qui?
Una tazza chiusa nella mano del mio amore fedele. Il veleno lo ha ucciso prima del tempo. Oh, egoista! Lo ha bevuto tutto senza lasciarmene una goccia amica. Ti bacerò nelle labbra, forse vi è rimasto ancora del veleno per darmi la morte in un istante. Le tue labbra sono calde." Romeo & Giulietta

"Verrà fuori, verrà fuori! No, non sto zitta, signore, no, parlerò libera come l'aria; anche se il cielo, gli uomini, i demoni, mi dessero tutti addosso, io parlerò." Otello


"Oh cara, non fraintendere la mia proposta innocente. I nostri due cuori si son fatti uno solo. Perciò non mi vietare la mia parte di letto al tuo fianco, per il riposo, Ermia, non per altro diletto." Sogno di una notte di mezza estate

"Oh, se avessi un amico che volesse essere un uomo per me! Ma gli uomini son diventati tutti chiacchiere e io non posso diventare uomo solo perché lo desidero, e allora morirò donna perché soffro." Molto rumore per nulla

"Vieni dènsa Notte, e avvolgiti nel più scuro fumo d’Inferno, affinché il mio coltello acuminato non veda la ferita che fa." Macbeth

"I tuoi occhi, signora soave, hanno ferito i miei. Se il tuo cuore ha tanta sete di vendetta che non può perdonarmi, ecco, a te, prendi questa mia spada e immergila in questo cuore sincero che ti adora; io imploro da te la morte. Non esitare, no: io ho ucciso tuo marito - ma fu la tua bellezza a spingermi; presto, colpisci! – io l’ho pugnalato ...ma è stato il tuo viso d’angelo a incitarmi." Riccardo III

"Domani, poi domani, altri domani ancora...

E giorno dopo giorno, a piccoli passi,
verso la sillaba che
Ultima sta scritta nel libro del tempo,
Strisciamo.
E tutti i nostri ieri
a una processione di pazzi hanno fatto lume
Sulla via della morte e della polvere.
Tu, piccola candela, spegniti!
Spegniti! Altro non è che un'ombra
Vagabonda, la vita...
Un povero attore come te, che si dimena
Sopra una scena, un'ora, e poi ne cessa
La voce...
Il racconto che fa un idiota
Tra strida e scoppi di furore
E che non significa
niente." Macbeth

Per maggiori informazioni puoi scriverci qui
oppure telefonarci al n° 02 89057047





e-mail 02 89057047 373 7427143 privacy