corso public speaking milano
* INIZIO CORSO *
* OTTOBRE 2017 **

Corsi dizione Milano



Scuola teatro Milano
scuola teatro a milano
corsi teatro a milano
corsi teatro a milano
corsi teatro a milano







Corsi di dizione a Milano "Il Teatro comincia quando gli attori giocano" (Ariane Mnouchkine) - Corso di lettura espressiva a Milano "Sulla scena non basta credere e identificarsi, bisogna giocare" (Jacques Lecoq) - Corsi di voce a Milano "Il Teatro comincia quando gli attori giocano" (Ariane Mnouchkine) - Corso dizione Milano "Il Teatro comincia quando gli attori giocano" (Ariane Mnouchkine) - Corso voce Milano "Sulla scena non basta credere e identificarsi, bisogna giocare" (Jacques Lecoq) - Corso di tecnica vocale a Milano "Il Teatro comincia quando gli attori giocano" (Ariane Mnouchkine)- Corsi di espressione vocale Milano "Il Teatro comincia quando gli attori giocano" (Ariane Mnouchkine) - Seminari di Voce a Milano "Sulla scena non basta credere e identificarsi, bisogna giocare" (Jacques Lecoq)

“Spesso la gente rifiuta di accettare un'idea solamente perché il tono della voce nella quale è stata espressa non è gradevole." Friedrich Nietzsche


corsi di dizione a milano


Un corso di voce e dizione a Milano aperto a tutti
diretto da una professionista diplomata alla Paolo Grassi
per parlare correttamente ed emozionare chi ti ascolta!


* ASCOLTA E GUARDA ENRICA IN AZIONE *
(la pubblicità è automatica di youtube, se compare chiudila con la "x"



15 incontri / lunedì sera (19.30 / 21.30)
Aperto a tutti
ma a numero chiuso (max 9 persone)


Partecipa al  SEMINARIO di LETTURA CREATIVA


"Complimenti per la professionalità."
.
"E' stato divertente, intenso e arricchente!"
.
"Grazie a Enrica per la pazienza e la generosità."
(continua..)


Il corso si rivolge a chiunque voglia per ragioni personali, artistiche o lavorative (doppiaggio, radio, telemarketing, public speaking) migliorare l'espressività della propria voce e impararare a modularla in tutti suoi colori evitando così la peggior nemica della comunicazione: la monotonia.


Dizione e articolazione sì ma emozione soprattutto!

L'obiettivo principale del corso è liberare ed allenare la facoltà più importante per suscitare emozioni quando si comunica un testo: l’immaginazione. Sciogliendo i nodi che impediscono all'interprete la creazione e la visione interiore di immagini, si può imparare a trasmettere con la voce la vita e le emozioni di un'opera scritta. La dizione è un ulteriore perfezionamento tecnico che integra l'espressività della voce con una chiara e corretta pronuncia delle singole parole. Attraverso la lettura a leggìo, gli allievi scoprono come variare tono, ritmo, volume, intensità comunicando le immagini del testo in modo preciso e specifico e donando così alla voce una gamma espressiva ricca e variegata.

Una volta presa confidenza con le proprie capacità di comunicazione si arriverà all'interpretazione di monologhi veri e propri (tratti dalla letteratura, dal teatro e dal cinema, comici o drammatici). Si viaggerà attraverso fiabe, film, drammi, commedie, romanzi e poesie affinché tutte le immagini racchiuse nelle parole diventino vive, intense ed emozionanti!


Riceverai delle dispense con le regole della dizione per un facile ripasso una volta finito il corso.

Immaginazione
(giochi ed esercizi)
Tecnica vocale
(respirazione, emissione, articolazione)


Interpretazione
(linea melodica, pause e controtempi)
Lettura e narrazione
(fiabe, racconti e testi poetici)

Dizione e articolazione

(indispensabili per le professioni legate alla voce:
doppiaggio, teatro, radio, public speaking)

..e altro ancora!


Per maggiori informazioni puoi scriverci qui
oppure telefonarci al n° 02 89057047

"Un monologo brillante che Enrica Barel interpreta con grande padronanza vocale e gestuale. Un'ottima prova la sua, ottanta minuti a tutta voce, che riesce a modulare in toni che vanno dall'infanzia alla fanciullezza allla maturità e di a tutto corpo. Perchè la sua è anche una prova attoriale di grande fisicità".

"Enrica Barel dimostra una eccezionale abilità gestuale e vocale, riuscendo da sola a mantenere frenetica e briosa l'atmosfera scenica. Enfatizzando con opportune modulazioni della voce frasi e battute, rende omaggio al surrealismo e all'ironia propria delle opere di Benni."